Allenamento pliometrico

L’allenamento pliometrico viene anche definito allenamento dell’elasticità, allenamento della reattività o reattivo, allenamento eccentrico.

 

Dal punto di vista della fisiologia muscolare l’allenamento sfrutta i momenti di ciclo allungamento-accorciamento e le componenti elastiche del muscolo.

L’importanza della pre-attivazione sta da un lato nella sensibilizzazione ottimale dei fusi muscolari e dall’altro nella variazione dell’elasticità muscolare. Contemporaneamente si crea un’attivazione nervosa che produce un più elevato e rapido sviluppo della forza.

Un allenamento pliometrico produce un aumento della sezione muscolare, della forza e della forza rapida in tutti i tipi delle fibre muscolari, ma soprattutto delle fibre FT del tipo lla/llx.

allenamento-pliometrico

    • Pliometria “piccola”, “semplice” o “naturale”, se si eseguono salti senza sovraccarichi o attrezzi supplementari, oppure si superano ostacoli molto bassi.

    • Pliometria “media” in caso di salti sopra plinti e ostacoli
    • Pliometria “grande” o “intesa” in caso di salti da attrezzi alti o molto alti

 

Malgrado numerosi aspetti positivi, l’allenamento pliometrico “a secco” contiene una serie di fattori a rischio, ad esempio il fatto che esso causa notevoli dolori muscolari e traumi a carico dei tendini e dei muscoli, pertanto, per i programmi di allenamento dove è previsto l’utilizzo “importante” di questo tipo di allenamento, è consigliabile eseguirlo in acqua, definito: aquatic plyometric training.

effetti-positivi-negativi-allenamento-pliometrico

ALCUNI ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI DELL’ALLENAMENTO PLIOMETRICO

 

POSITIVI:

 

  • Si ottiene un rapido e intenso guadagno di forza senza che si produca un incremento della massa muscolare e del peso corporeo.
  • Incremento della rapidità e della forza rapida senza lo sviluppo di una accentuata ipertrofia muscolare.
  • Aumenta la stabilità delle articolazioni contribuendo così alla prevenzione e alla diminuzione di gravi traumi dell’articolazione del ginocchio.

 

NEGATIVI:

 

  • Elevato carico psicofisico. Nella sua forma intensiva, è un metodo di allenamento dello sport di alto livello che presuppone un buon sviluppo della forza e un apparato motorio passivo e attivo adeguatamente preparato.
  • Rischio infortuni se non viene eseguito prima un adeguato riscaldamento.
  • Se l’esecuzione dell’esercizio non è ottimale, si compromette l’efficacia dell’allenamento e si aumenta notevolmente il rischio di infortuni.

 

©Riproduzione riservata


IL BLOG DELLO SPORT

 

 

Post recenti



Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli?
Lascia la tua migliore mail
Ad ogni nuovo articolo ti inviamo una comunicazione tramite mail.
La tua mail non sarà usata per comunicazioni commerciali e non sarà divulgata a terzi.
Subscribe
Potrai cancellarti quando vuoi

CONDIVISIONI

Condividi con i tuoi amici